Intelligence Categoria

di Riccardo Colombo Bitcoin. Il solo termine solleva una reazione istintiva, quasi involontaria, che quotidianamente spegne e riaccende una serie di discussioni. C’è chi lo considera una semplice bolla speculativa, pronta a scoppiare da un momento all’altro. C’è poi chi, come Jamie Dimon, chief executive di JPMorgan, lo definisce con fermezza una truffa. E c’è chi, come Tim Draper, noto investitore americano, lo considera una promettente occasione speculativa, tanto da averci investito $19M in prima persona. A guidare le discussioni su Bitcoin è molto spesso il suo valore monetario. LaLeggi l’articolo
di Riccardo Colombo Il 28 Febbraio 2018 tra le 17:25 UTC e le 17:30 UTC GitHub[1] è stato colpito dal più potente attacco DDoS di sempre, in grado di investire la piattaforma con la cifra record di 1.35 Tb/s di traffico. Dopo aver funzionato ad intermittenza per alcuni minuti, GitHub ha fatto ricorso al proprio servizio di DDoS mitigation. Akamai Prolexic[2] si è quindi posizionato da intermediario, analizzando e filtrando tutto il traffico in ingresso ed in uscita dai server di GitHub, progressivamente mitigando fino ad arrestare l’effetto dell’attacco. “AbbiamoLeggi l’articolo
Federico Casano ha partecipato alla più grande ed avanzata esercitazione internazionale di Cyber Defence al mondo: Locked Shields. L’esercitazione Locked Shields 2018 è stata organizzata dal Centro di Eccellenza della NATO per la Difesa Cibernetica (CCDCOE – NATO Cooperative Cyber Defence Centre of Excellence) di Tallinn, in Estonia. Tale esercitazione, conclusa il 27 aprile, lo ha visto coinvolto come membro del blue team nazionale italiano. Il suo ruolo era quello di garantire la difesa di una sotto-rete di computer dagli attacchi del read team. Attraverso una serie di simulazioni diLeggi l’articolo

Data del post maggio 16, 2018- In Cyber security, Intelligence

“Traps Surfing the Net”

di Federico Casano An interview to Prof. Thomas J. Holt, School of Criminal Justice, Michigan State University Ogni giorno navigando in rete condividiamo informazioni. Queste informazioni possono essere utilizzate da persone malevoli per scopi dannosi. Trojan bancari, turismo sessuale e cyberbullismo sono tre contesti che fanno della rete una “trappola”. Every day surfing the net we share information. This information can be used by malicious people for malicious purposes. Banking Trojans, Sex Tourism and Cyber Bullying are three contexts that make the network a “trap”. Trap 1 How much weLeggi l’articolo

Data del post maggio 7, 2018- In Criminalità organizzata, Intelligence

TECUM Project

di Diego Scarabelli Between November 2015 and December 2017, the Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, the Ministry of Environment Land and Sea, the Guardia Civil (SEPRONA), the National Environmental Guard of Romania, B&S Europe, and CEPOL conducted a project on “Tackling Environmental Crime through Standardised Methodologies”  or TECUM Project. TECUM was financed through a grant from the Internal Security Fund of the EU and focused on the organised crime/transnational dimension of the illicit trafficking in waste, with the aim of enhancing the capacities of national and European agencies involved inLeggi l’articolo
Com’è stato il primo approccio con il Copasir e con i Servizi? Lei era nuovo all’ambiente, all’inizio è stato difficile trovare i contatti giusti e attuare rapidamente una buona relazione lavorativa? Ricordo che, entrato nel Comitato, mi son messo a studiare tantissimo. Ho approfondito in primis il funzionamento del Sistema informativo per la sicurezza della Repubblica e poi più ampiamente le diverse tematiche legate all’Intelligence e alla Sicurezza. Sicuramente partivo con lo svantaggio di essere nuovo ma con impegno e sacrificio ritengo di aver colmato velocemente eventuali gap. La riforma dell’intelligence italiana del 2007 è stataLeggi l’articolo

Data del post febbraio 17, 2018- In Cyber security, Intelligence

L’ANONIMATO PERDUTO

Spiati da governi e multinazionali di Federico Casano Società moderna Nell’attuale Quarta Rivoluzione Industriale, nella quale la tecnologia diventa un tutt’uno con la società, emergono svolte tecnologiche e, insieme a loro, problemi legati all’etica. L’intera comunità non è ancora pronta a resistere all’impatto di questa rivoluzione. Manchiamo di consapevolezza, preparazione ed anche regole. La nascita di intelligenze artificiali (AI), robots, l’Internet of Things, veicoli autonomi, stampanti 3D, computers quantici e nanotecnologie, accentuano questioni come Cyber Security, Cyber Crime, ed anche l’anonimato. Infatti, a causa di questi passi avanti, l’anonimato èLeggi l’articolo

Data del post luglio 26, 2017- In Intelligence

Il ciclo di Intelligence

  di Alessandra Nicolosi Come si fa intelligence? Come si arriva al prodotto finale? Attraverso un processo fatto di sette fasi, chiamato ciclo di intelligence. Questo articolo parlerà di intelligence come processo, ovvero quel processo che consente la trasformazione dei dati “grezzi” in intelligence (inteso come prodotto finale). Il ciclo di intelligence si compone di sette fasi: il processo inizia con l’identificazione del fabbisogno informativo o più semplicemente con la richiesta informativa, poi vi è la raccolta delle informazioni, il trattamento delle informazioni, l’analisi, la valutazione e la produzione, laLeggi l’articolo

Data del post luglio 26, 2017- In Intelligence

L’analista di Intelligence

di Grazia Leonetti  Figura chiave all’interno del processo di Intelligence è quella dell’analista, il quale, specialmente nell’epoca in cui viviamo, si trova ad espletare un ruolo sempre più complesso e specializzato. L’immensa mole di dati grezzi ed informazioni con cui si trova a lavorare, fa si che l’analista diventi la colonna portante di tutta l’intelligence moderna.     Chi è l’analista? L’analista è la figura che si occupa di trasformare i dati grezzi, assunti grazie a canali informativi differenti, in materiale adatto ad essere compreso e utilizzato da parte del livello direttivo, daLeggi l’articolo
di Ilaria Severini “Il modo migliore per fare buona propaganda è non far mai apparire che si sta facendo propaganda” – Richard Crossman Con la caduta del Muro di Berlino si è decretato un inappellabile giudizio: l’Occidente capitalista e democratico era dalla parte della ragione; l’Oriente comunista e totalitario da quella del torto. Si può arrivare ad affermare, quindi, che durante la lotta che si è tenuta tra il 1947 e il 1989 si sono visti contrapporsi il Bene e il Male. Il Bene aveva il diritto e dovere diLeggi l’articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi